Attenzione, la GeoRicerca, è visibile solo agli utenti iscritti


 


Messaggio a te diretto:

Fai una donazione con PayPal

Ti chiediamo di consentire la sopravvivenza di AreeAttrezzate.Eu altrimenti a rischio chiusura. I costi, sinora auto-sostenuti e da sostenere sono alti e abbiamo bisogno del tuo aiuto. Ti invitiamo ad essere sostenitore invece che mero beneficiario.

Senza il tuo aiuto non saremo in grado di sopravvivere, potresti non avere più a disposizione le informazioni, coordinate e foto di 12.000 strutture ricettive che oltre 5.000 utenti ogni giorno consultano.

Quanto vale tutto questo per te? Il costo di un aperitivo o di una rivista? Va bene qualsiasi donazione di modico valore, ai sensi dell'art. 783 del codice civile CLICCA QUI. Grazie.


 

Castello Di Fenis

Accesso utente

Ritratto di Roberto Giansante
Tipo Struttura:

Punto Sosta

20 piazzole o stalli
Altitudine s.l.m.:

541 Metri

Zona Turistica: 

Posizione

Località Chez Sapin
FenisValle D'aosta/vallee D'aoste
Italia
Latitudine: 45° 44' 18.5712" N
Longitudine: 7° 29' 21.8148" E

Mappa © OpenStreetMap contributors

Latitudine: 45.738492° Gradi decimali
Longitudine: 7.489393° Gradi decimali
STATO della scheda: Scheda pubblicata controllata e promossa in prima pagina

Coordinate controllate

+39 0165 763954

Sicurezza: 
Illuminazione notturna
Sono ammessi: 
CAMPER (Autocaravan)
Animali ammessi: SI
Modalità di sosta: 
Non consentito campeggiare
Periodo di apertura: aperto tutto l'anno
Gratuito/pagamento: Sosta gratuita eventuali servizi gratuiti
Descrizione della struttura ricettiva: 

Si descrivono: Diversamente dagli altri castelli costruiti per scopi bellici e di difesa, Fénis non è situato sulla sommità di un promontorio, bensì su un lieve poggio. La sua funzione, infatti, in contrasto con l‘apparato difensivo, è stata unicamente quella di sede prestigiosa della famiglia Challant. Le molte torri del castello che si fondono in un assieme architettonico di sorprendente armoniosità furono aggiunte verso la metà del sec. XIV da Aimone di Challant al torrione preesistente, già dimora abituale, un secolo prima, del visconte Gotofredo II. Il castello appartenne ai signori di Challant del ramo di Fénis fino al 1716, quando fu ceduto al conte Baldassarre Castellar di Saluzzo Paesana. Seguì un periodo di abbandono nel quale il maniero fu trasformato in abitazione rurale: le sale del pianterreno erano adibite a stalle, mentre il primo piano serviva da fienile. Fu acquistato nel 1895 da Alfredo d‘Andrade, che iniziò una campagna di restauri terminata da Mesturino. Oggi il castello è di proprietà dell‘Amministrazione Regionale, che lo ha destinato a sede del museo del mobile valdostano.

Per le visite al Castello modalità:Dal 1° aprile al 30 settembre:dalle 9.00 alle 19.00 ingresso accompagnato. L‘ultima visita viene effettuata mezz'ora prima della chiusura (es. se il sito chiude alle 19.00, ultima visita alle 18.30). Costi: Intero: € 5,00 Ridotto € 3,50 (comitive di almeno 25 persone paganti e studenti universitari) Gratuito: 65 anni, 18 anni, soggetti portatori di handicap in possesso della certificazione di cui alla legge 104/92 e loro accompagnatori. L’ingresso è consentito fino ad un massimo di 25 persone per turno di visita. Prevendita biglietti a partire dall'ora di apertura del castello, in progressione, fino al completamento dei turni. Prenota e acquista i tuoi biglietti online. Sito non accessibile ai disabili.

TREKKING: possibilità di effettuare escursionismo, camminare sul territorio montano lungo fiumi, laghi o comunque in un ambiente naturale.

Scheda: 5717

Lancia la Geo-ricerca veloce

Lancia la ricerca Elenchi veloci per Città

Lancia la pagina dei Commenti

Torna su in cima, alla pagina iniziale