Attenzione, la GeoRicerca, è visibile solo agli utenti iscritti


 


Messaggio a te diretto:

Fai una donazione con PayPal

Ti chiediamo di consentire la sopravvivenza di AreeAttrezzate.Eu altrimenti a rischio chiusura. I costi, sinora auto-sostenuti e da sostenere sono alti e abbiamo bisogno del tuo aiuto. Ti invitiamo ad essere sostenitore invece che mero beneficiario.

Senza il tuo aiuto non saremo in grado di sopravvivere, potresti non avere più a disposizione le informazioni, coordinate e foto di 12.000 strutture ricettive che oltre 5.000 utenti ogni giorno consultano.

Quanto vale tutto questo per te? Il costo di un aperitivo o di una rivista? Va bene qualsiasi donazione di modico valore, ai sensi dell'art. 783 del codice civile CLICCA QUI. Grazie.


 

Ridanna Monteneve Museo Provinciale Delle Minierie

Accesso utente

Ritratto di Roberto Giansante
Tipo Struttura:

Parcheggio

10 piazzole o stalli
Zona Turistica: 

Posizione

Maiern 48 Opificio
RacinesBolzano/bozen
Italia
Latitudine: 46° 55' 40.2744" N
Longitudine: 11° 16' 19.3332" E

Mappa © OpenStreetMap contributors

Latitudine: 46.927854° Gradi decimali
Longitudine: 11.272037° Gradi decimali
STATO della scheda: Scheda pubblicata controllata e promossa in prima pagina

Coordinate controllate

Risponde al telefono per informazioni: 
Sede di Ridanna museo Provinciale Miniere

+39 0472 656364

Sicurezza: 
NON sorvegliata
Sono ammessi: 
CAMPER (Autocaravan)
Animali ammessi: SI
Modalità di sosta: 
Consentita sosta diurna e notturna
Non consentito campeggiare
Periodo di apertura: apertura stagionale
Dettaglio apertura: dal 26 marzo al 3 novembre
Gratuito/pagamento: Sosta gratuita eventuali servizi gratuiti
Descrizione della struttura ricettiva: 

si descrivono:Il tesoro di Monteneve in Sudtirolo generò grande sofferenza e, nel contempo, grandi ricchezze! Monteneve è una delle miniere più alte d'Europa nel massiccio tra la Val Ridanna e la Val Passiria, si estende tra i 2000 e i 2650 m. Per all'incirca un millennio, eserciti di minatori estrassero minerali preziosi come argento, piombo e zinco in situazioni climatiche e lavorative estreme. Scavavano un labirinto di gallerie e pozzi di una lunghezza completa tra 130 - 150 km. L'estrema posizione d'isolamento della miniera portò alla costruzione dell'impianto di trasporto su rotaia a cielo aperto più grande del mondo. Regnanti, vescovi e potenti famiglie raggiunsero attraverso la miniera grande fama e ricchezza, mentre numerosi furono i minatori che perirono precocemente. Ciò nonostante da sempre i minatori furono molto orgogliosi del loro lavoro e della loro posizione sociale. La popolazione locale è legata ancora oggi alla secolare tradizione mineraria. La miniera chiuse definitivamente i battenti nel 1985, e venne trasformata in una straordinaria ed unica miniera da visitare. Monteneve come Miniera da VisitareCosa rende così straordinaria la Miniera di Monteneve? Non visiterete solamente un museo, bensì v'immergerete nel mondo delle miniere, toccando con mano il duro lavoro dei minatori impegnati nell'estrazione dei minerali dal sottosuolo. L'intera catena produttiva della miniera è rimasta intatta. V'illustreremo, infatti, l'intero processo, dall'estrazione, attraverso il problematico trasporto fino all'arricchimento del minerale, unitamente alle innovazione tecnologiche degli ultimi 800 anni. Se volessimo, potremmo ricominciare l'attività mineraria anche domani!Di fatto gli impianti originali sono ancora funzionanti e, durante la visita, verranno azionati per voi. Le nostre guide sono legate alla storia della miniera ed, in gran parte, discendenti da famiglie di minatori. Superficie piazzole: asfalto VISITE GUIDATE: giude per visitare la miniera ed il museo TREKKING: possibilità di effettuare escursionismo, camminare sul territorio montano fiumi, laghi o comunque in un ambiente naturale

Scheda: 5055

Commenti

1
Ritratto di maxmakky

(Valutazione espressa il 01/09/2014 nella precedente versione del portale AreeAttrezzate.it)

VANTAGGI: Sotto l'ingresso del museo.
SVANTAGGI: Isolato e dire poco
COMMENTO: Il parcheggio è promiscuo. Se arriva dopo la chiusura museo nessun problema, ma è base di partenza anche per escursioni e le auto non tardano ad arrivare e riempire il tutto. E' a fine strada a fine di una valle e non c'è assolutamente illuminazione. Non è mai a pagamento (almeno non ci sono divieti o indicazioni differenti)

Lancia la Geo-ricerca veloce

Lancia la ricerca Elenchi veloci per Città

Lancia la pagina dei Commenti

Torna su in cima, alla pagina iniziale