Tagliacozzo

Attenzione, la GeoRircerca, è  visibile solo agli utenti iscritti

Accesso utente

Ritratto di Marco Vaschetti
Categoria punto di interesse:

Borgo da visitare

Mappa © OpenStreetMap contributors

Latitudine: 42.068501° Gradi decimali
Longitudine: 13.254366° Gradi decimali
STATO della scheda: Scheda pubblicata controllata e promossa in prima pagina
Dettaglio informazioni: 

Fonte: Portale "I Borghi più belli d'Italia"

TAGLIACOZZO

Il nome

Il toponimo significa “taglio nella roccia” – dal latino talus (taglio) e cotium (roccia) – e starebbe ad indicare la fenditura che divide il monte e nella quale si è sviluppato l’insediamento urbano.

La storia

XI sec., è documentata l’esistenza di un abitato con base nel castello sul Monte Civita, appartenente alla Contea dei Marsi: il territorio fu, nell’antichità, prima degli Equi e poi del fiero popolo dei Marsi.....   se vuoi saperne di più Clicca Qui per leggere informazioni tratte da I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA

Telefono: 
+39 0863 6141

Commenti

1
Ritratto di camperlaia

Il borgo antico uscito miracolosamente intatto dal terremoto che distrusse la vicina Avezzano è disposto a cascata e addossato alla montagna su cui dominano i ruderi della rocca. Nella parte bassa eleganti palazzi contornano la piazza centrale con al centro l'obelisco. Salendo le gradinate che portano alla rocca si incontrano importanti chiese, il palazzo ducale, il museo orientale e il teatro Talia. La meta finale è il santuario di Maria SS. dell'Oriente e la chiesa del Calvario. Dai ruderi del vicino castello la vista spazia su gran parte della piana del Fucino. Gli amanti delle escursioni possono percorrere un sentiero naturalistico che porta alle bellissime risorgive del fiume Imele, un importante fenomeno carsico nel quale le acque dopo aver percorso un lungo tratto sotterraneo riaffiorano abbondanti e limpide a metà di una una stretta gola immersa nella rigogliosa vegetazione.

Per la visita l'unica  possibilità di sosta con il camper è data dal parcheggio degli impianti sportivi in via Lungo Imele a circa 400 m. dall'ingresso al centro storico. E' invece fermamente sconsigliato salire con il mezzo alla parte alta per la mancanza di spazi per la sosta e la manovra.